febbraio 27, 2007

Mi è successa una cosa  strana, poco fa. Mi sono ricordato che stasera inizia il festivàl. Cosa c’è di strano, direte, ne parlano da un mese, è quasi più importante della crisi di governo. E’ vero, ma non è questo il punto. Il fatto è che mi sono ricordato che esattamente 40 anni fa, quaranta festival fa,  morì, proprio lì a Sanremo,  Luigi Tenco. E allora sono andato a riascoltarmi alcune sue canzoni, le mie preferite.  Primo groppo alla gola, che non c’è niente da fare ogni volta  che lo ascolto  mi investe una montagna di ricordi e la malinconia mi fa cùcù.  E siccome i cùcù sono come le ciliegie, ho voluto ascoltare anche Sergio Endrigo. Perché Endrigo vinse il festival un anno dopo la scomparsa di Tenco (una specie di vittoria riparatrice, si disse)  con una bellissima canzone, Una canzone per te.  E perché anche lui se n’è andato, un anno e mezzo fa, dimenticato da tutti.
Ecco, mi è venuta voglia di ricordare questi due grandi , di ricordare a me stesso che  le loro canzoni sono state  importanti per me come romanzi di formazione.

 

Annunci

3 Risposte to “”

  1. aquatarkus said

    La storia di Tenco mi aveva talmente affascinato che m’era venuta l’idea di scrivere un racconto per Incontri (im)possibili. Maigret, in pensione e in gita con la moglie a Sanremo, che indagava sul presunto suicidio di Luigi Tenco.
    Mi sembrava che le atmosfere di Simenon e quelle di Tenco fossero perfettamente contigue se non sovrapponibili. L’assassino era…

  2. aquatarkus said

    La storia di Tenco mi aveva talmente affascinato che m’era venuta l’idea di scrivere un racconto per Incontri (im)possibili. Maigret, in pensione e in gita con la moglie a Sanremo, che indagava sul presunto suicidio di Luigi Tenco.
    Mi sembrava che le atmosfere di Simenon e quelle di Tenco fossero perfettamente contigue se non sovrapponibili. L’assassino era…

  3. aquatarkus said

    La storia di Tenco mi aveva talmente affascinato che m’era venuta l’idea di scrivere un racconto per Incontri (im)possibili. Maigret, in pensione e in gita con la moglie a Sanremo, che indagava sul presunto suicidio di Luigi Tenco.
    Mi sembrava che le atmosfere di Simenon e quelle di Tenco fossero perfettamente contigue se non sovrapponibili. L’assassino era…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: