luglio 16, 2007

Due vecchi esercizi, riesumati dalla memoria escavatrice. Appartengono a un periodo di giochi di società in un sito di scrittura creativa (in realtà poco scrittura e poco creativa). Nel mesozoico, più o meno.
Si trattava, allora, di scrivere delle piccole storie senza superare le 750 battute. A quel tempo (il cervello se n’era andato per cavoli suoi, e ancora lo sto cercando), una restrizione così semplice mi sembrava poca cosa. Allora ne aggiungevo sempre qualcuna: il tema, una restrizione più seria, la precisione.
Se 750 devono essere, 750 siano, mi dicevo. Né una di più, né una di meno.

Li metto qui, così, tanto per alimentare questo povero blog. Sempre che nel frattempo non sia morto d’inedia.

Costoso concorso

Sotto concorso, Rodolfo Grossomodo sgobbò: trovò lo snodo, lo sbocco. Col logo omologo sfrondò, spostò, sbozzò, scontornò.
Dopo, con comodo, contò: “ottoc…”
“Oh porco mondo, sforo! Non lo sopporto. O troppo o troppo poco, o sbrodolo o sono monco, mondo stolto corrotto!
No, non sono tonto. Sono colto, sono glottologo, compongo con poco sforzo, ho molto controllo, sono profondo, ho bon ton, non sono monotono. Solo… non sono ortodosso, ho torto. Non ho colto lo scopo.
Non sono pronto?
Boh, non so. Provo, provo, provo: non dormo, sto solo, non godo, non trombo… flop. Solo flop dopo flop.
Soffro, sono sconvolto.
No, non posto, non concorro, stop. Non sopporto lo scorno, lo sfottò stronzo. Non posso, non potrò, non…”

Non trovò conforto. Crollò.

Lo trovò Oronzo Scovolocorpo. Sotto l’olmo frondoso d’Orgosolo.
Colmo d’orror, lo scostò: collo storto, corpo corroso. Morto.

SMALL

“Sì, sarò scrittore settecentocinquantino!” sentenziò Silvio Small.
” Scriverò storie senza sforare, secondo statuto. 750 segni saranno sufficienti, stavolta sono sicuro."
Sparse sulla scrivania saggi sperimentali sulla sintesi, stampe sulla semiologia speculativa scandinava, sette studi superiori su significati/significanti secondo Sheliger.
Scartabellò significative scartoffie sullo slang statunitense, sulla simbologia sumerica, sugli sviluppi sintattici sardo/supramontani.
Stette seduto sei settimane, sfidando sovrumani sforzi, sognando soluzioni sostenibili, soggetti semplificati, snodi sensati, schemi sinottici, sottrazioni successive.
Smangiucchiò solamente salatini, subordinando sensi, scegliendo spirito superiore.
Soffrì, struggendosi. Si sfiancò, svigorì.
Sottovoce, sillabò solo: so-no stan-co.
Si spense sulla sedia.

Annunci

8 Risposte to “”

  1. cybbolo said

    ahiahi, bobbotino: sei sul depressogeno andante?
    non ne hai donde, ché divertissements di questo genere sono sfiziosi e presentano un insieme di rotelline sfrigolanti in intrigante meccanismo.
    prendi la tua ‘inedia’ come un elegante e dandy ‘periodo sabbatico’…
    il mio dura da sette mesi, ormai…;-D

  2. Noeyalin said

    decisamente folle e intricacervello. Bello!

  3. Petarda said

    son bellissimi, bellissimi, bellissimi. e non li avevo mai letti! chicchini.

  4. triana said

    Ma sono straordinari!! Ma come vecchi, di quando, non ci credo, hai barato!! ben li ricordo gli esercizi 750, ma mai lessi questi capolavori e come ben sai è poco probabile (ma in caso fosse, assai riprovevole) che io fossi tenuta all’oscuro di tali capolavori oulipiani.
    Bravo bravo bravo!
    Bobbotino, peccato che Fanfan si sia spento, pensa come avrebbe goduto con tali leccornie!

  5. birambai said

    Cyb, a me preoccupa soprattutto la bulimia quindi sto tranquillo così. E’ più l’effetto del caldo, delle ferie che non arrivano mai, che si spostano sempre le bastarde, peggio dei gradoni e dei maroni.

    Petardella e Trianussa, massì , il periodo era quello, quando giocavamo un po’ insieme, che gli altri crepavano d’invidia per quanto ci divertivamo. Questi due li avevo messi nel forum, snobbati da tutti e corretti da qualcuno (qualcuna) che aveva aggiunto un paio di E alla monovocalica. Che tempi, quelli.

    Noeyalin: sì, fra la follia e le parole crociate senza schema.

  6. MariellaT said

    resto incantata dalla tua bravura, e adoro questi “giochi”…

  7. xdanisx said

    Apprezzo da morire sperando di non fare quella fine, che la farò ma non adesso, proprio adesso che Cyb mi suggerisce di farmi un giro.”Non conto le battute” e questo è il massimo della freddura estiva che odora di doposole al cocco! Ti terrò d’occhio con entrambi, se mi rimane qualcosa, dopo aver perso già tanto. BELLISSIMO. Altro che cruciverbasenzaschemi. Grazie a te ed al suggeritore di talenti. Pensare che ODIO i blog letterari ! d.

  8. utente anonimo said

    un anno in più o in meno ma che meraviglia mi piace tanto tanto.Giò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: