novembre 28, 2007

In principio era il gioco.
Prima di trastullarsi nel blog, Bobboti aveva cominciato a divertirsi con alcuni pazzi incontrati in rete, che prima di lui avevano preso a giocare "a parole". Fra quei pazzi c’erano anche Robysan e Trianuzza, due fedeli compagni che vengono anche qui, a giocare in questo cortile. C’era Guido Conforti, che aveva tanti giocattoli da fare invidia. C’erano altre belle personcine che ho perso di vista, peccato.
Ecco, prendetevela con loro se ogni tanto vi tedio con gli oulipismi solipsismi.
Al tempo, io avevo letto solo un paio di libri. Uno si chiamava Esercizi di stile. L’avevo comprato sperando di trovare una guida aggiornata ai negozi di coltelli a serramanico, invece era una roba stranissima.
Poi arrivò la ditta Conforti & C. e la mia vita cambiò. Mi fecero capire che gli esercizi e gli stili erano un’altra cosa, più divertente dei coltelli, anche se non la potevi usare per tagliare una fetta di pecorino.
Ora mi chiedo: posso postare qualcuna di quelle prove? No!, mi rispondo. Ma perché?, domando, sorpreso. Perché no!  Perchenò, porquenò, parcequeno, per queneau. Perche no?

ORIGINALE
Un uomo e un cane passeggiano in un giardino pubblico.
A prima vista non si saprebbe dire con certezza se sia l’uomo ad accompagnare il cane o viceversa.
Ogni tanto i due si fermano per soddisfare i propri bisogni personali o per aspettare che l’altro faccia con comodo.
A differenza dell’uomo, i bisogni del cane sono per lo più di natura fisiologica e non ammettono deroghe.
L’uomo appare più benevolo rispetto al cane e attende il momento opportuno per sedersi su una panchina e accendersi una sigaretta.
Il cane non fuma e in questo caso preferisce mettersi a cuccia sopravento e guardare la gente che passa.

RENDICONTANDO
Alti tassi, fondo pubblico aperto. Fido, Massimo: “girata” irregolare nel sempreverde.
A vista è l’incerto per il certo.
Richieste di Fido senza proroga di termini. Versamenti obbligatori: bot, split, swap, emissione di liquidità, prodotto interno lordo. Tassi insensibili.
Saggio Massimo vaglia azioni, valuta depositi. Senza contrattazione alle grida, saldo, disponibile, senza interesse immediato. Passivo.
Insolvenza, cambio: incassa il premio, Massimo. Con la sua azione privilegiata, si colloca su una banchina, non per un bene fisico. Fido, in posizione utile, dividendo venti, controlla fluttuazioni.

LINGUE PARALLELE
Un òmmine e un catteddo passizzano in meso agli arvori a cumone.
A prima appompiata non ti abbizzi se è il mere chi accunpanza il catteddo o è il revesso.
Cada tanto arrèano per i bisonzi, per gli aprenti, o per aisettare l’atero.
A difarensia dell’ommine, gli apìti del catteddo non ammittono iseti.
L’ommine s’ammustra più amistanzioso del catteddo e isètta il mamento zusto per sèzzere nell’istradile e allughersi una zicca.
Il catteddo non pipa e, tando, sebera di corcarsi contrabento e di pompiare la zente che cola.

VOCAZIONI
Monsieur Fanfan Latoulip e il suo vecchio cane Serse passeggiano in un giardino pubblico…
– Nelle terse sere serene, "Ser" e Serse, nel verde dell’erbe e delle eterne selve, chete, nel perenne presente –
direbbe Fanfan.
Aggiungerebbe: – Sì sì, lo so, lo so, non si sa se Serse sia solo o se Sir sia solo con se.
Spiegherebbe, sorridendo: -Sostiamo spesso. Sai, sugli stimoli “senili”, soprattutto se sono stringenti, serve spirito stoico, sopportazione, saggezza: espellere repente, necesse est!
No, non lo mollo solo, lo controllo (non troppo, ho bon ton). Sopporto. Dopo trovo conforto.
Sì, sopra la panca.
Ora canna, caro.
Sir Fanfan fuma felice. Serse, sopravento, schiva spire, scova spore. Fisso, fissa fessi.
Ps.
Poi, chissà perché, Fanfan cerca un sinonimo di Maioliche. Porcellane, gli viene.
Ma le vocali lo tormentano. Si scambiano di posto. E nel parco pare un porco.

CINECINO
Roma, verso sera, otto e mezzo. Panoramica dalla finestra sul cortile della mia camera con vista. La prima visione è un cane andaluso con un uomo tranquillo: Lolita e Umberto D. percorrono la strada tra Viale del tramonto e Via col vento. Camminano, uno a passo normale l’altro a passo ridotto: i loro soliti cento passi? Vanno lenti, tra il giardino dei Finzi Contini e il giardino dei ciliegi. Ora si fermano, girano, riprendono. Il copione è sempre lo stesso, una scena già vista. Per Lolita l’obiettivo è l’albero dei desideri, per Umberto D. un posto al sole, prima del tramonto e, in prospettiva, come premio speciale, una sigaretta. Ma solo in un secondo tempo. Perché ora Lola corre e la tentazione bionda può attendere.

Annunci

6 Risposte to “”

  1. aquatarkus said

    Noto l’abilità consumata del banchiere/bancario che giammai in “rendicontando” usò la parola “scoperto”.

  2. cybbolo said

    tra Viale del tramonto e via col vento c’è quel vicolino che si chiama via dalla pazza folla, dietro Piazza pulita…

  3. triana said

    Oh che bello, che nostalgia bobboti!
    Anch’io, anch’io, seguo subito il tuo esempio!:-))

  4. triana said

    http://trian[..] Bobboti, in uno dei suoi ultimi post mi ha sollecitato ricordi di tempi felici in cui ci divertivamo, tra amici, a oulipeggiare, cazzeggiando e giocando allegramente. Allora anch’io posterò due poesiole che avevo composto a suo tempo per gli E [..]

  5. triana said

    http://trian[..] Bobboti, in uno dei suoi ultimi post mi ha sollecitato ricordi di tempi felici in cui ci divertivamo, tra amici, a oulipeggiare, cazzeggiando e giocando allegramente. Allora anch’io posterò due poesiole che avevo composto a suo tempo per gli E [..]

  6. triana said

    http://trian[..] Bobboti, in uno dei suoi ultimi post mi ha sollecitato ricordi di tempi felici in cui ci divertivamo, tra amici, a oulipeggiare, cazzeggiando e giocando allegramente. Allora anch’io posterò due poesiole che avevo composto a suo tempo per gli E [..]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: