aprile 1, 2008

Muto d’accento

Mi capitò di leggere
di leggère giacche
e di una scia di lacche
sulle teste di lacchè;
di principi e di scià che perdono la meta,
di legami da tenere con le tenere metà.
Giacché  subito ho subìto
i princìpi del perdòno
però il còmpito ho capito:

testé compìto passerò
sopra un purè di pure
sui pattini e i pattìni
col passero sul pero
i dòmini e i domìni.
Sul canone e il canòne
il gatto col gattò
su fòrmichè e formìche
e lo scampo che scampò
all’amo che l’amò.
Su tèndine e tendìne
su pròtesi e protèsi
su rètine e retìne.
Poi la farò nel faro
della baia di Baia
sul canapè di canape
e la bàlia in mia balìa.

Lègami
o a Desio me ne andrò

E’  lì che passerà…

Annunci

8 Risposte to “”

  1. RobySan said

    Bisogna che i conservatori nei conservatori non violino il violino, non si stanzino in uno stanzino
    e non abbaino nell’abbaino: io esamino la possibilità di fare un esamino, perciò loro provino a
    fare un provino! Aguzzino l’ingegno: non sono un aguzzino, sono solo uno scrivano. Scrivano loro
    una frase o un trattino e non mi trattino male solo perché non mi agito e non mi altero avendo agito
    in modo altero e compito solo dopo finito il compito. A loro io non spiano la strada se mi spiano!
    Non pattino mica sul pattino io! La lotta è impari ma prima o poi impari: e i conservatori perdono
    il perdono.

    (autore ignoto)

  2. birambai said

    Beh, Rob, questa cosa che hai trovato è molto meglio della mia!

  3. utente anonimo said

    No, non è vero sono entrambi dei bei divertissement linguistici…potranno servire anche come esercizi di dizione?

    doremifasol

  4. simple said

    ma sono le lacche che hanno lasciato la scìa o solo i lacché degli scià?

  5. RobySan said

    Si tratta di ipòtesi sugli ipotési, della pròtesi che protési che come calamìta calàmita calamità e che ancòra all’àncora càpita di non essere capìta (tùrbina la turbìna mentre inùmano l’inumàno mostro sùbito subìto).

  6. birambai said

    Robysan, lei è il capitano, mio capitano.

  7. birambai said

    doremi: sì, si possono usare. Ma se lei è sarda come me non le basterà una vita.

    simple: tutte le combinazioni possibili.

  8. utente anonimo said

    Ma… lei è pessimista!! Sì, sono sarda come lei, ma potrei avere una dizione perfetta… Scherzo naturalmente! Però, fino a pochi anni fa, quando mi recavo sulla penisola nessuno indovinava facilmente la mia regione d’appartenenza (sono un mix di tre diverse province). Ora, abitando a casteddu da diversi anni, ho perso questo primato. E, comunque, mi piace avere un’pò d’accento: dà un senso d’appartenenza…

    doremifasol

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: