giugno 10, 2009

i cibi libici: sarà cena

Per tre sere le tende perfette, vedrete.
Nell’erbe.
E stellette e cene e feste.
Gente “perbene”, scene melense.
Per tessere le stesse, tremende, tele segrete: espellere.

Che belvedere, eh? Che merde!

Finiti i ciclici dissidi? I litigi, i difficili lidi, i vicini missili?
Sì. Ministri, militi:  ci si inchini, in siti libici!
Visi tipici di viscidi big, simili.
Visibili intrighi di sbirri: gli incivili, cinici rinvii. Di vinti.

Gli schifi.
Si fischi, si gridi! Ci si ritiri.

Annunci

7 Risposte to “”

  1. utente anonimo said

    Bella! Perfetta sintesi in versi di una delle pagine più vergognose del nostro Paese…
    Doremifasol

  2. undulant said

    Alla parata la “a”, salva, manca.
    “Malta” attratta dalla tratta maltrattata? Naaaaaa…..

  3. undulant said

    – Oso col rosso?
    – No! Poco ortodosso…

    la “u” però, non mi viene… 😉

  4. birambai said

    uh, Undu: Un cucù sul tucul!
    (quando il nostro premier renderà la visita)

  5. undulant said

    ah ah, tucul sono andato a trovarlo ché la mia ignoranza me lo nascondeva…

  6. AltraBetta said

    …indicibili dritti…
    (financo in senso erettivo)

  7. triana said

    Grandissimo Bobbò.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: